PER UN' ITALIA DIVERSA

Rinascita! vuole ricostruire ciò che gli altri hanno distrutto: l'apparato pubblico, le infrastrutture, la cultura, ma soprattutto il lavoro e la democrazia del nostro paese

Lavoro e democrazia, cardini della Costituzione del '48, non si difendono cedendo beni pubblici ai privati e sovranità a Bruxelles. Si difendono ricostruendo un forte apparato di stato, unica garanzia di sviluppo tecnologico e di piena occupazione, unico valido retroterra, in un mondo che minaccia guerre di ogni tipo, per quella politica di pace che è essenziale alla sicurezza ed alla crescita del paese

Rinascita! vuole riportare l'economia sotto il controllo della politica e riportare la politica sotto il controllo dei cittadini, sottraendola ai mercati e alle irresponsabili burocrazie europee.

Rinascita! sa che la lotta per il lavoro e la democrazia ridiscute le alleanze internazionali che finora hanno ribadito la subalternità dell'Italia in Occidente e quella dei lavoratori in Italia. Sa che dobbiamo allontanarci dal bellicismo U.S.A. Sa che dobbiamo superare l'Unione Europea e l'euro e proporre una confederazione di stati sovrani votata a una politica di pace e di giustizia sociale. Sa, soprattutto, che la crisi dell'Occidente è un dato di fatto e che quindi L'Italia deve ridefinire la propria collocazione geopolitica basandola sugli interessi popolari del Paese e su nuovi e paritari rapporti con altri Paesi.

Rinascita! ritiene che al momento nessuno sia all'altezza di un tale compito. La destra e la sinistra che si sono alternate al governo negli ultimi decenni sono causa del disastro. Le vittime delle loro politiche antipopolari hanno eletto un governo che, finalmente, esplicita le contraddizioni reali: povertà, precarietà, privatizzazioni, Europa. Ma queste cose non si risolvono con la flat tax o con la retorica anticasta, cioè con un miscuglio di liberismo, protezionismo e vie di mezzo che mischiano lassismo fiscale e spesa pubblica in assenza di un piano coraggioso di ripubblicizzazione, l'Italia si ricostruisce soltanto reinventando un socialismo all'altezza dei tempi, fatto di economia mista, controllo popolare, aree internazionali aperte al commercio ma chiuse alla circolazione incontrollata dei capitali.

Per questo Rinascita! vuole costruire uno spazio nuovo, in cui intrecciare interessi di classe e interesse nazionale, difesa della Costituzione del '48 e ripresa dei suoi elementi socialisti, intervento quotidiano sui nodi cruciali e formazione culturale di un nuovo personale politico, di estrazione popolare, realmente consapevole della posta in gioco.

                                                                                    Rinasci con Noi! 

   Vittorino Navarra

             Presidente  

Rinascita Socialdemocratica

                       Contattami

    postmaster@rinascitasocialdemocratica.it

l 17 febbraio 1994,On. Luigi Preti fonda il: "Movimento per la Rinascita Socialdemocratica" essendo PSDI confluito nel PSI venendo a mancare l' ala  Socialdemocratica della politica italiana. L' On. Luigi Preti con altri esponenti diede così vita a "Rinascita Socialdemocratica" Nel febbraio 2009 il movimento fondato da Luigi Preti e guidato, dopo la morte di quest'ultimo, da Vittorino Navarra. 


Reddito di cittadinanza come funziona, requisiti, ISEE 2019 e come ottenerlo: Il reddito di cittadinanza del Movimento 5 Stelle,finalmente diventa realtà da aprile 2019 a seguito dell'approvazione e pubblicazione del testo Legge di Bilancio 2019 in Gazzetta
Ufficiale e del decreto reddito di cittadinanza 2019, la cui approvazione è stata...